Spessore
Spessore
McClellan Oscillator A-D PDF  | Stampa |

L'oscillatore di McClellan, inizialmente calcolato sul solo indice Nyse, è stato sviluppato da Sherman e da Marian McClellan e rappresenta un indicatore di spessore basato sulla differenza fra il numero di azioni in crescita e quelle in ribasso.

L'oscillatore McClellan è uno degli indicatori di spessore più popolare.  
Il campo di variazione del McClellan Osc è suddiviso in cinque zone: due "estreme" nell´ambito delle quali è probabile la continuazione del trend in atto, due "anomale" in cui vanno a terminare la maggior parte delle correzioni o delle inversioni del trend e una "normale" entro la quale si sviluppano i movimenti più equilibrati.
Nel caso dell´indice Nyse e Nasdaq i segnali "buy" sono generati tipicamente quando l'oscillatore McClellan cade nella zona di ipervenduto tra -70 e -100 ed inverte  al rialzo superando dal basso tali livelli.  
I segnali "sell" sono generati quando l'oscillatore avanza nella zona di ipercomprato tra +70 e +100 dopo di chè  inverte al ribasso  forando dall´alto i precedente livelli.  
Se l'oscillatore va oltre queste zone (con rilevazioni superiori a +100 o inferiore a -100), è un segno di un´estremo stato di ipercomprato o di ipervenduto.  
Queste rilevazioni estreme sono solitamente un segno di una continuazione del trend principale in atto.  
Quindi, se l'oscillatore scende sotto -100, il mercato potrebbe non rimbalzare nell'immediato e  proseguire nella sua tendenza ribassista  nelle due o tre settimane successive. Il segnale di acquisto  non deve essere anticipato, ma bisogna attendere uno dei due seguenti  eppisodi: o il recupero del mercato  verso una  resistenza e contestuale recupero dell'indicatore; oppure, una divergenza positiva dell'indicatore per cui, nonostante il perdurare del ribasso del mercato, si ha una serie di minimi decrescenti dell'indicatore  con un moviemnto di recupero verso valori meno estremi.

Calcolo
L'oscillatore di McClellan è la differenza tra le medie mobili esponenziali a 19 giorni ed a 39 giorni della linea A/D.  
Quando la Ema 19 (media più corta) si muove sopra la Ema 39 (media più lunga), segnala che il numero di azioni in crescita stanno dominando, viceversa quando la Ema 19 passa sotto la Ema 39 si ha il segnale che le azioni in ribasso sono dominanti.

 

Nyse McClellan Osc Ra
McClellan Oscillator ratio Adjusted calcolato sulla differenza  Advances e Declines registrato sull'indice Nyse

S&P500 McClellan Osc
McClellan Oscillator calcolato sula differenza  di Advance e Declinces dell'indice S&P 500

 
Share
McClellan Summation Index A-D PDF  | Stampa |

Il Summation Index è un "breadth indicator" basato sull'oscillatore di McClellan.

Interpretazione
Questo indicatore è una versione di medio-lungo termine del McClellan; infatti, non è altro che la somma cumulata del risultato della formula del McClellan Oscillator.
Il Summation Index risulta essere un segnalatore della forza o della debolezza dell´andamento dell´indice azionario corrispondente, la tendenza dell´indice azionario è da considerare affidabile solo se il Summation Index è coerente con la direzione. Le divergenze sia positive che negative rappresentano segnali importanti i quali identificano le inversioni di tendenza del mercato di medio-lungo termine.
Esistono due metodi per calcolare l´indicatore. Quello che noi preferiamo è il Ratio Adjusted.

McClellan suggerisce le seguenti regole per l´uso del summation index Ratio Adj:
1)  Si vedono minimi importanti quando il summation index cade sotto a -1.300.
2)  Si vedono massimi importanti quando si registra una divergenza negativa con il mercato e  l´indicatore è sopra un livello di +1.600.
3)  L'inizio di un mercato rialzista significativo si ha quando l'indicatore supera +1.900 dopo essere cresciuto verso l'alto di più di 3.600 punti dal precedente livello basso (per esempio, l'indicatore si sposta da -1.600 a +2.000).

Nasdaq Comp  Summation Index Ra
Somma cumulativa del valore del McClellan Oscillator ratio Adjusted calcolato sul rapporto Advances/Declines registrato sull'indice Nasdaq comp.

Nyse Summation Index Ra
Somma cumulativa del valore del McClellan Oscillator ratio Adjusted calcolato sul rapporto Advances/Declines registrato sull'indice Nyse

 
Share
Up/Down Volume Ratio PDF  | Stampa |

Questo indicatore di spessore viene calcolato  rapportando il  volume confluito nelle azioni   che hanno chiuso al rialzo (Up) con il volume confluito nelle azioni che hanno chiuso al ribasso (Down).

L'Up/Down  Ratio (divisione) tra i suddetti valori, essendo molto volatile utilizziamo delle medie mobile a breve-medio-lungo termine.

Anche per questo indicatore come per l´A/D ratio abbiamo calcolato gli indicatori di spessore che ne derivano come i seguenti:

 

MM 10 Ratio Up/Down Vol Nasdaq Comp
Media mobile a 10 giorni del rapporto tra Volumi al rialzo e Volumi al ribasso dell'indice Nasdaq Composite

MM 10 Ratio Up/Down Vol NYSE
Media Mobile a 10 giorni del rapporto tra Volumi al rialzo e Volumi al ribasso dell'indice Nyse

 
Share
New High-New Low PDF  | Stampa |

Questa sezione è dedicata ad altri dati  di spessore del mercato azionario Usa ed alle sue derivazioni. Il  New High ed il New Low rappresentano il numero delle azioni che registrano nuovi massimi a 52 settimane (new high) ed il numero di azioni che fanno nuovi minimi sempre a 52 settimane (new low).

New High Nyse
Numero di azioni che hanno registrato nuovi massimi (New High) a 52 settimane (1   anno) sull'indice Nyse.

New Low Nyse
Numero di azioni che hanno registrato nuovi minimi (New Low) a 52 settimane (1   anno) sull'indice Nyse.

I suddetti  valori presi a se stanti sono di scarsa utilit, fatta eccezzione in cui  si registrano valori estremi.
Per facilitare questo tipo di analisi abbiamo realizzato dei grafici dove vengono indicate le giornate in cui sia per i New High sia per i New Low si registrano valori elevati e che di conseguenza sono associati ad inversioni di tendenza del mercato azionario Usa.

Nel caso dei New Low la lettura dei valori estremi abbastanza facile in quanto sui minimi rilevanti del mercato azionario si registra una forte pressione in vendita finale che porta un numero consistente di titoli a registrare muovi minimi annuali, maggiore difficoltà  d'interpretazione necessita il dato dei New Highs. In particolare dopo periodi prolungati di ribasso in cui i titoli hanno registrato nuovi minimi su base annuale, la ripresa di una fase rialzista del mercato comporta nel breve termine valori molto elevati di New High in quanto il numero di azioni che possono registrare nuovi massimi dopo un ribasso consistente aumentano in modo significativo. Quindi in questo caso valori estremi del New High sono da leggersi in modo positivo, significa che c'è molta partecipazione di titoli alla fase rialzista. E' altresi frequente invece che sui massimi di medio-lungo termine degli indici azionari Usa si registrano delle divergenze negative sul dato del New High, cioè i nuovi massimi dell'indice nonè confermato da nuovi massimi del New High.

 
Share
Trin PDF  | Stampa |

Il Trin o anche detto Arms Index (dal nome del suo ideatore l´analista tecnico americano Richard Arms) è un indicatore di spessore del Nyse che mostra il rapporto fra il numero di azioni che aumentano o diminuiscono nel prezzo (advancing e declining issues) ed il volume connesso che confluisce in esse (Up e Down volume).

L´indicatore è calcolato dividendo il rapporto di Advance/Decline dal rapporto di Up/Down Volume.
Nel corso degli anni, all'indicatore si è dato un certo numero di nomi differenti.
Quando Barron´s ha pubblicato il primo articolo sull'indicatore nel 1967, lo ha chiamato l'indice commerciale di breve durata.  
Egualmente è stato conosciuto come TRIN (un acronimo per TRading INdex), MKDS e STKS.
Il Trin   è soprattutto uno strumento di trading di breve termine.

L'indice mostra se il volume sta confluendo sulle azioni in crescita o sulle azioni che registrano ribassi.  
Se un maggior volume è associato alle azioni in crescita rispetto alle azioni in ribasso, il Trin sarà  inferiore a 1, viceversa   se un maggior volume è associato alle azioni in che chiudono in ribasso, l'indicatore sarà  superiore a 1.

Sul Trin, per smorzare l´estrema volatilità , viene di solito calcolata una media mobile.
Si consiglia una media mobile a 10 giorni per l'analisi di medio-lungo termine.

Normalmente, l'indice da un segnale bullish (rialzista) quando è inferiore a 1 e bearish (bearish) quando è superiore a 1.
Tuttavia, l'indice sembra funzionare più efficacemente come indicatore di ipervenduto o ipercomprato.

Quando la media mobile a 10 giorni del Trin scende a livelli di ipercomprato,sotto 0,90, si prevede un calo a breve termine.
Quando la media mobile a 10 giorni del Trin sale a livelli di ipervenduto, sopra 1,20, si sta avvicinando un occasione d´acquisto.

Nella maggior parte dei casi  il segnale  si presenta con  un giorno di anticipo, rispetto ai cambiamenti significativi del mercato.  
Come per diversi indicatori dell´analisi tecnica è importante lavorare con le divergenze positive-negative tra andamento dell´indice azionario e l´indicatore.

Nyse MM 10

Trin Media mobile a 10 giorni del Trin sul Nyse

 
Share
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2